Una giornata da Crossista!

Ciao ragazze, vorreste sapere com’è una giornata in pista per noi crossiste? Adesso sono cambiate un po’ di cose a causa delle misure di contenimento del virus, quindi eccovi un breve vademecum per affrontare una giornata in un crossodromo!

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: in alcuni impianti è obbligatoria, quindi informatevi bene prima di andare con la vostra moto per una giornata di divertimento, inoltre è obbligatoria l’autocertificazione, sia per il pilota sia per meccanico e/o il segnalatore.

Alcuni circuiti, non avendo spazio sufficienti nei paddok, hanno un numero ridotto di persone che possono accedere ogni giorno, quindi è molto importante telefonare per evitare inconvenienti!

Una volta giunti al circuito con tutti i documenti, la licenza valida, i guanti e la mascherina, il medico dei soccorsi, o il gestore della pista misura la temperatura di tutti, assegna l’area paddok delimitata in base ai Decreti Ministeriali e impartisce le misure necessarie per evitare contagi.

Dopo essersi posizionati è bene fare un breve controllo sulla moto: benzina, gomme, catena, olio, ecc. E’ molto importante anche riscaldarsi bene, soprattutto dopo tanto tempo di inattività, bisogna entrare in pista sicuri di essere pronti per un’attività che  comporta uno sforzo fisico non indifferente.

Meglio affrontare i primi due giri con calma per verificare lo stato del tracciato, prendere confidenza con la moto, con i salti, le curve, le buche… A questo punto si comincia a cercare di aumentare il passo, sempre senza strafare!

Le sessioni in pista devono essere brevi per evitare di affaticarsi troppo, soprattutto quando si è principianti: meglio più sessioni per evitare di fare qualche caduta a causa della mancanza di forze. Quindi ci si può riposare idratandosi e mangiando frutta fresca o succhi di frutta.

Nella seconda sessione di prove ci si può concentrare maggiormente sulla tecnica dei salti e aumentare la percorrenza in curva. Se si è memorizzato il tracciato, si troveranno le linee migliori dove passare per evitare buche che possono rallentarci. Per chi ha un po’ di esperienza è anche il momento di valutare il corretto settaggio della moto in base alle caratteristiche del pilota e della pista.

Ogni sessione è intervallata dal giusto tempo di recupero delle forze, il motocross è uno sport impegnativo e bisogna avere la giusta cognizione di ciò che si fa, altrimenti può diventare pericoloso.

In base al proprio allenamento si può rientrare più volte in pista nell’arco della giornata e per chi ha deciso di gareggiare è meglio non dimenticarsi di provare anche qualche partenza da ferme, perchè in questo sport si parte tutti in linea (non in griglia) quindi partire male significa dover recuperare molte posizioni.

Finita la nostra giornata di allenamento, ricordiamoci di fare un pò di stretching per distendere i muscoli di tutto il corpo; inoltre bisogna bere e mangiare qualcosa. Questo è il momento di rimettere la moto nel furgone o sul carrello e godersi il riposo, sperando di aver ottenuto i risultati sperati e di essersi divertite in sella alla propria moto!

Mx Girls: Adele

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Rocchetta Mattei e Laghi

In moto verso i Laghi con una sosta al Castello