IL TEST RIDE OFF ROAD PRE-PARTENZA ANDAVA DECISAMENTE FATTO. SI È PRESENTATA COSÌ L’OCCASIONE DI CONOSCERE LA REALTÀ DI ENDURO REPUBLIC, UN MONDO MAGICO AD UNA SOLA ORA DA MILANO DOVE VIVERE L’OFF ROAD A 360°.

Arrivo a Grazzano un martedì pomeriggio per provare l’Himalayan e carpire qualche consiglio di guida in più. Non è un segreto che di esperienza di guida in off road non ne abbia moltissima.

Partner della Gibraltar Race come service di noleggio, la Enduro Republic si trova a Grazzano Visconti, antico e caratteristico borgo medioevale un tempo dedito alle arti di fabbri e falegnami che sorge proprio al posto della ex falegnameria. Qui i “soci enduristi” hanno creato, dopo un accuratissimo restauro, una location unica come base per le molteplici attività che propongono.

Mi accoglie Alessandro Tramelli, istruttore e coordinatore della struttura, un nome che nel campo dell’offroad non necessita certo di presentazioni.  “Una vita dedicata alle corse, 7 titoli mondiali Enduro come team manager di cui 5 con il leggendario Mika Ahola e una sequenza infinita di vittorie personali che renderebbero questa presentazione un’enciclopedia, tra cui, 5 vittorie come Campione Italiano di Enduro e Rally e la Medaglia d’oro alla SixDays nel 1986”. Solo per citare una parte della sua storia.

Alessandro è molto affabile e disponibile, fa gli onori di casa, mi mostra la splendida struttura,  mentre mi parla penso già a quando organizzare qualcosa qui tutto al femminile (detto fatto, per Ottobre ci sono delle sorprese, a breve il programma sul sito!). Ma è ora di prepararsi e di testare la mia 400cc.  Mi cambio, un pò di teoria statica in sella e poi via.

Certo le basi sono sempre le stesse, ma ognuno ha la sua particolare maniera di spiegarsi. Vuoi anche per l’esperienza che aumenta di volta in volta, ma rimangono nella testa sempre più dettagli come a comporre un puzzle sempre più chiaro.

Percorriamo circa 50 Km affrontando varie tipologie di fondi stradali.

Alex è molto capace nel descriverti la problematica che stai per affrontare e nello spiegarti come non farti cogliere impreparato. 

Metro dopo metro,  mi innamoro sempre più di questa piccoletta che scorre via tranquilla tra pietrisco, curve a gomito e pozzanghere da schivare.

Costante e precisa, certo grazie fondamentalmente ad un buon uso della frizione, l’Himalayan affronta la strada come un piccolo carro armato, lento da deciso.

Che dire, test superato, grazie Alex parto decisamente più serena, ti farò sapere come andrà!

Laura Cola

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Laura ci racconta la sua Gibraltar Race

Tappa dopo tappa il racconto in sella di chi l'ha vissuta veramente

L'allenamento per un viaggio in moto

Come prepararsi ad affrontare tanti km di avventura

360° gradi di off-road con Enduro Republic

Catapultati in una scuola moto off-road creata da una storica falegnameria