Il decalogo di Daniela

10 validi motivi per iniziare ad andare in moto a 43 anni.

Le Donne Motocicliste

C’è la cinquantenne che fa il passeggero sul sellino dietro al marito da una vita e che per anni ha covato in segreto l’idea di mettersi al volante, aspettando in sordina che arrivasse l’occasione giusta. Come solo le donne sanno aspettare… C’è la ventenne che ha a casa il monster depotenziato, regalo del papà… C’è la quarantenne il cui marito ha messo in chiaro che lei non guiderà mai la loro BMW, ma che importa. Lui non sa che lei sogna la Harley! E ciò che una donna sogna… C’è quella che arriva con il marito che fa da accompagnatore e che pensa di essere un ottimo pilota. E dopo un po’ lui vorrebbe prenotare un corso di guida su strada; C’è quella che lotta contro un tumore e sulla moto si scopre vibrante di vita e di coraggio… c’è quella che ha in tasca un biglietto di sola andata per l’Australia, ma una volta là vuole prendere la moto per completare il suo sogno di libertà. Le storie delle donne motocicliste non sono mai per caso. Sono sempre storie di donne e dei loro uomini. Presenti o assenti. Padri, mariti o amanti. Sono storie di donne e dei loro istruttori. Uomini. Piloti. Centauri. Gli istruttori di Adria sono piloti che hanno respirato il sole della pista, la polvere dei chilometri, le cadute, e il dolore. Le moto le amano come amano le donne. Perché nessuno pende dalle tue labbra come una donna che vuole imparare. Le donne si mettono lì a muso duro pur di farcela, con estrema umiltà. Nessuno ha fatto loro sconti e se sono ad Adria se lo sono guadagnato. E gli istruttori ti danno tutto. La loro passione, la loro esperienza. Sono instancabili a correggerti. Matti a crederci. Ti fanno osare quello che non oseresti. E quando gli esercizi ti vengono, i loro occhi brillano fieri. Sono quei padri, mariti, fratelli, amanti che ognuna di noi merita.

Perche’ il corso moto Donneinsella?

Donneinsella corso moto
Se non fosse per l’associazione Donneinsella probabilmente avrei abbandonato l’idea di guidare una moto.

Perché se sei una donna e ti svegli una mattina, a 36 anni, e dici che vuoi la moto, la gente ti guarda strano. Ti scruta con sospetto, stringe gli occhi mentre ti fa la radiografia e vuole un perché. L’istruttore della tua scuola guida di provincia si mette le mani nei capelli (anche se calvo) appena ti vede e si chiede perché deve insegnare ad una donna. Glielo leggi in faccia che ti vedrebbe meglio a casa a fare la sfoglia. Gli spieghi gentilmente che il corso di sfoglia lo hai già fatto e che non c’è niente di male se ti piacciono entrambe le cose ma non lo convinci. Al massimo ti concederebbe di salire su una moto A2 ma solo dopo aver acceso un cero in chiesa.
Il vicino di casa col quale non parli mai, ti ferma per illustrarti il regolamento di condominio sui rumori molesti. Gli amici mettono le cose in chiaro dicendoti che non salirai mai sulla loro moto a meno di non tornare a fare il passeggero. I più lungimiranti si limitano a chiederti “Davvero?” aspettando che sia tu a lasciar perdere.

Il motivo del perché vuoi la moto serve agli altri ma a te non serve dare spiegazioni.
Tu stai seguendo la tua intuizione… e come nelle cose più belle della vita il “perché” lo scopri poi. Quando accendi la moto e alzi gli occhi. E finalmente guardi il mondo da un altro punto di vista.

Il perché sarà nel viaggio che farai, nelle persone che incontrerai: le donne diventate motocicliste prima di me ed i loro uomini che sono stati i primi ad incoraggiarmi, a dirmi che ce la potevo fare.

Donneinsella è un bellissimo luogo per trovare persone che ci credono ed iniziare il viaggio.

Diario Corso 24.25.26 Agosto ’13

Un gruppo all’insegna della famiglia.

Sono state con noi Giovanna e Beatrice, mamma e figlia entrambe partecipanti al corso, Alice accompagnata dal padre e Tatiana con tutta la band composta da marito e due super mascotte di uno e tre anni!

Oltre a loro, altre allieve a creare un team perfetto 🙂
Ultima novità del corso come si può vedere dalle foto, esercizi su sterrato per abituarsi anche a strade non sempre in perfette condizioni.

Per il set completo vedi al seguente link su flickr

Grazie a tutte!

E anche quest’anno i corsi sono ricominciati alla grande. siamo stati un pò più clementi con un calendario corsi che è iniziato ad Aprile (sì perchè sicuramente se mettissimo una data a Capodanno sareste anche capaci di iscrivervi!) e che terminerà ad Ottobre pre Eicma.. (anche qui non ci giurerei visto che l’anno scorso l’ultima patente fatta porta la data del 3 Dicembre!).

Come sempre con noi Suzuki con le Van Van cc. 125 , le nuove Inazuma cc. 250 e le Gladius cc. 650 a vostra disposizione, Dainese che “ci protegge” così come AGV vestendo le donneinsella da vere bikers da capo a piedi. Da quest’anno anche con l’aggiunta dei caschi integrali in dotazione alle corsiste.

Insomma nuove Donneinsella crescono! E credetemi, dandoci sempre più soddisfazione.

Ognuna affronta le proprie paure. C’è chi vola nell’erba ma dopo un’antitetanica e 2 aulin torna come nuova (preoccupandosi ovviamente più della Gladius che del ginocchio blu!) , chi fino all’ultimo tentenna ma poi tira fuori i denti e ce la fa, chi viceversa parte a razzo e si dovrebbe legare, chi fa errori che tornerà presto a recuperare (…!) , chi piange di gioia perchè ce l’ha fatta, chi non riesce a muovere le dita dal dolore e chi ancora non ci crede di aver imparato così tanto (e non intendo solo nella guida) in tre soli giorni di fuoco.

Tutto si consuma così intensamente e rapidamente che si ha paura di scordarselo. Ma questo non succede. Mai. Non capita a noi nè tantomeno a voi che dopo giorni ancora ci raccontate di trovarvi tristissime davanti a caffè e cornetto perchè non sono quelli del Circuito di Adria!

Ed è così che la nostra piccola, grande family cresce. Anno dopo anno, corso dopo corso, biker dopo biker! Un grazie di cuore (enorme!) a tutte da parte dello staff.


Aprile e Maggio ’13 diary

Si sono conclusi i primi due corsi anno 2013, e già ne abbiamo viste delle belle 🙂

Come sempre gruppi assai variegati , giovani donne e altre un pò più mature ma neanche a dirlo tutte con la stessa passione.

E allora un grazie a Valentina reclutata quasi per caso in un pomeriggio da Valery, a Carmen a cui manca poco ma deve riuscire a protare a termine la propria missione, a Marina che è arrivata un pò titubante ed è ripartita raggiante, a Paola (pissini!!!!) , a Elena che è sempre stata l’ultima (in ordine alfabetico!) ma la prima dell’azienda Dainese a provare sulla sua pelle i nostri corsi, ad Alice che da Roma ci è già venuta a trovare due volte (non per amore ma perché mezza Italia è ferma con gli esami per mancanza di piazzale adeguato) , a Giorgia il nostro giovanissimo manico nascente, a Elena che post patente si è portata a casa la Gladius  del corso, a Silvia altro manico che forse ora starà girovagando per l’india e un grazie ancora a Grazia per le 12 ore di treno fatte per raggiungerci , ad Alessandra, a Patrizia il nostro Joe Falchetto , a Helene che tra un pò butta giù il paddock dalle grida di gioia post patente, a Lucia che al posto del regalo di compleanno ha deciso di chiedere un altro corso Donneinsella, a Bruna, a Monica che ha lasciato a casa 3 figli per correre al corso e a Stefania “l’ambigua dal doppio nome”!!!

Le Veline diventano DONNEINSELLA®

Venerdì 25 Giugno alle 21:20 su “Le nuove mostre”, il programma condotto dalle veline in onda su LA 5, vedremo Federica e Costanza alle prese con il corso guida Donneinsella e non solo.

Le ragazze infatti ospiti del Circuito di Adria e dell’Associazione Donneinsella®, hanno passato la giornata cimentandosi nella guida della Van Van per poi passare alla Gladius con notevoli risultati.
E non contente hanno comunque voluto provare il brivido delle 4 ruote a bordo di una Lamborghini tra prove drifting e su pista a più di 200 all’ora… questa volta con il pilota però!

Motociclista bagnata, motociclista fortunata!

Questo corso proprio non si voleva fare. All’inizio si doveva svolgere ai primi di Marzo, poi è stato spostato a fine mese, a quel punto metà delle iscritte non potevano più venire e alle 4 “sopravvissute” ci si è messa pure la pioggia a fare la sua parte. Ma a niente sono valsi i vari tentativi di questo destino avverso! Perchè alla fine sono state tutte promosse!